I guasti tipici dello scaldabagno

La caldaia è parte fondamentale dell’impianto di riscaldamento domestico ma molto spesso non è da sola. In alcuni impianti, soprattutto per quanto riguarda le case più datate, è presente anche lo scaldabagno.

 

Lo scaldabagno in alcuni casi si rivela quale uno strumento necessario per il riscaldamento dell’acqua di un impianto idraulico domestico. Come la caldaia e come tutti gli oggetti, il suo buon funzionamento dipende dall’utilizzo che se ne fa, se accurato o meno, e dalla sua manutenzione corretta.

 

Così come la caldaia anche lo scaldabagno ha bisogno di una corretta manutenzione effettuata da personale specializzato come quello dell’assistenza caldaie Ariston a Roma. Una corretta manutenzione può aiutarci a non doverci trovare troppo spesso di fronte a guasti tipici dello scaldabagno, connessi al suo malfunzionamento per le più varie cause.

 

Ma quali sono questi guasti tipici nello specifico? Lo scopriamo subito in questo interessante articolo.

 

La presenza di calcare

 

Il calcare è il peggior nemico dello scaldabagno. Il calcare si forma nell’acqua solidificandosi per poi accumularsi in particolare sul termostato e sulla resistenza elettrica dello scaldabagno domestico. Per togliere il calcare si deve spegnere lo scaldabagno, chiudere  l’acqua, staccare la corrente elettrica quindi svitare la parte bassa dello strumento.

 

Si dovranno estrarre il termostato e la resistenza e pulirle con uno straccio imbevuto di un apposito liquido anticalcare. Pulire lo scaldabagno aiuta quindi a togliere il calcare che ne compromette il funzionamento ottimale.

 

L’acqua scende lentamente

 

Quando accendiamo l’acqua calda e notiamo che il suo flusso è molto lento oltre che non molto caldo, vuol dire che nello scaldabagno si sta formando del calcare. Per risolvere dunque dobbiamo svolgere le operazioni appena descritte nel precedente paragrafo quindi provvedere a pulire correttamente lo scaldabagno.

 

 

Lo scaldabagno non scalda l’acqua

 

Quando accendiamo lo scaldabagno ma notiamo che l’acqua non si scalda, il guasto può essere connesso a un’alterazione della temperatura oppure al rubinetto chiuso oppure ancora alla resistenza rotta o troppo consumata nel tempo.

 

Possiamo risolvere agendo sul manometro, aprendo il rubinetto oppure chiamando un tecnico specializzato ai fini della sostituzione della resistenza, se questo è il problema.

Potrebbero interessarti anche...