Come essere delle brave cartomanti per i dubbi in amore

cartomanti-amore

Difficile stabilire come debbano essere delle brave cartomanti che predicono l’amore.

Qual’è il modello al quale dovremmo rifarci? Cosa dovrebbe dirci una cartomante sull’amore per convincerci sulla sua professionalità e serietà nel lavoro?

C’è qualche suggerimento in merito al modo in cui si comporta, si pone con noi, parla, si atteggia e si veste? Ebbene, le cartomanti sono semplicemente delle persone come tutte le altre, non hanno caratteristiche fisiche particolari, non si atteggiano in un determinato e preciso modo, non hanno delle movenze da riconoscere, non aderiscono ad un tipo preciso di culto o filosofia né vestono in un modo particolare.

Ciò nonostante, trattasi di persone non comuni: una cartomante è molte cose insieme.

Non è un sacerdote, non è un medium, ma il suo lavoro implica sensitività, intuito, correttezza, sincerità, spiritualità e chiarezza.

Si, proprio chiarezza: la cartomante deve mettere subito in chiaro alcuni aspetti che riguardano l’amore, al fine di far comprendere al suo interlocutore a che cosa mira la consulenza in questione.

4 fondamentali cose che delle cartomanti non potranno non dirvi

Ecco, a tale proposito, le 4 cose che le cartomanti non potranno fare a meno di dirvi.

1) Premessa sulla vera natura della lettura dei tarocchi in amore.

La prima cosa che dovranno chiarire le cartomanti dell’amore è che la lettura dei tarocchi non è l’arte di predire il futuro e che, quindi, nel corso di un consulto, le stesse non saranno in grado di dare risposte indiscutibili su quanto sta per succedere.

La finalità del consulto di cartomanzia va chiarita sin dall’inizio, onde evitare malintesi.

Allo scopo, alla domanda a cosa serve la lettura delle carte, si potrà attingere la risposta dalla Grecia la quale racchiude il senso del lavoro delle cartomanti in questa esortazione “Uomo, conosci te stesso… e conoscerai l’universo”.

Questo, dunque, è lo scopo ultimo della cartomanzia: la consapevolezza, la conoscenza ultima di se stessi e del mondo, con la piena consapevolezza che, alla fine, a decidere come guidare la propria vita, quindi artefice della propria esistenza, è sempre l’uomo.

2) Il futuro dipende da una serie di variabili.

Ogni persona vorrebbe ricevere dalle cartomanti delle risposte certe e definitive in amore.

Mio marito mi tradisce? E’ meglio che io torni con mio marito o che io lo lasci definitivamente?

Se lascerò la mia ragazza, riuscirò mai a trovarne un’altra in breve tempo? E, in caso affermativo, mi troverò meglio con questa nuova donna, o sarà solo un errore?

Ebbene, una seria e qualificata cartomante dovrà chiarire che tutte queste risposte dipendono dalla combinazione di una serie di variabili, tra esse le proprie capacità, la propria condizione psicologica, morale, materiale ed economica: in tutto questo le carte possono solo suggerire, ma mai condizionare l’individuo che si affida alla lettura dei tarocchi dell’amore.

3) A chi cerca trova, a chiede verrà risposto.

Proprio il fatto di cercare, porsi degli interrogativi, nutrire dubbi mette un soggetto nelle condizioni di ottenere delle risposte, perché chi tanto domanda e chiede nella stessa misura gli sarà risposto.

Egli di certo troverà quel che stava cercando.

Un atteggiamento di umiltà, qual è quello di chi si appella all’aiuto delle cartomanti specializzate in problemi d’amore è tale offre il passaggio alla conoscenza superiore delle cose.

Il consulto delle cartomanti saprà sciogliere alcuni di questi interrogativi, a volte anche tutti, anche se, ribadiamolo, non cambierà il corso degli eventi.

4) Momento propizio e riscontro con la realtà

Come in tutte le cose, anche la lettura delle carte dei Tarocchi da parte delle cartomanti può offrire dei buoni risultati in un momento in cui ci sono condizioni e presupposti giusti.

Ci sono delle situazioni, ad esempio, di particolare disagio e dolore, in cui la visione della vita è tanto offuscata e alterata da rendere difficile accettare il messaggio nascosto nelle carte.

In questi casi, i cartomanti in genere, non si esimono dall’offrire il loro consulto di cartomanzia, ma devono ribadire l’opportunità di riaggiornarsi quando il disagio si sarà placato, ossia quando il momento dell’ascolto e della comprensione sarà più propizio, e saranno cambiati i presupposti per fare in modo che l’interpretazione dei simboli e, quindi, l’esito della lettura, trovino reale riscontro nella realtà.

Il compito di una buona cartomante è quello di aiutare il consultante a raggiungere consapevolezza e indipendenza… perché, senza questi talenti, la vita sarà davvero difficile da affrontare.

Potrebbero interessarti anche...