Come organizzare una degustazione gourmet

Se pensi di aver bisogno di una buona pubblicità per il tuo ristorante, una delle maniere migliori e più sicure per arrivare al cuore dei tuoi clienti è quella di organizzare una degustazione gourmet. In che consiste questo tipo di evento? Si possono attrarre effettivamente nuovi clienti con le degustazioni? E soprattutto, come organizzare una degustazione gourmet? Proviamo a dare qualche risposta, a partire dalla tipologia di evento che si dovrà andare ad organizzare. Innanzitutto, se si parla di ‘degustazione’, si deve proporre non dei piatti a porzione intera, bensì degli ‘assaggi’. Questo consente al ristoratore di poter offrire sicuramente una panoramica molto ampia del tipo di proposta culinaria del ristorante (e della bravura dello chef), e dall’altra permette ai clienti – vecchi e nuovi – di poter assaggiare ‘un po’ di tutto’, lasciandogli così la possibilità di potersi affezionare al vostro tipo di cucina. Già da questa prima panoramica sulla tipologia di evento, si intuisce bene quali possono essere le grandi potenzialità e i vantaggi di organizzare una degustazione gourmet. Lo scopo infatti, è sempre quello: aumentare la propria clientela e fidelizzare ulteriormente quella già esistente. Ora andiamo a dare uno sguardo sulla parte più squisitamente pratica su come organizzare una degustazione gourmet. A monte, bisogna studiare un menu adatto all’occasione: può trattarsi della stessa proposta che si può trovare alla carta, oppure di una lista di piatti creati ad hoc per l’occasione. L’importante è che il menu che verrà proposto ai clienti durante la degustazione sia una vetrina gustosa di ciò che effettivamente siete in grado di proporre nel vostro ristorante. Ciò che la clientela premia è sicuramente la sincerità con la quale vi proporrete, quindi inserite sul vostro menu degustazione gourmet solo quello che pensate sia realmente rappresentativo del vostro stile culinario. Ricordatevi sempre che una degustazione gourmet prevede piccole portate e quindi piccole porzioni: dovrà trattarsi di un assaggio, non di un pasto. Una volta messo a fuoco quello che dovrà essere il menu per il pranzo o la cena, non resta che scegliere il giorno in cui dovrà avere luogo l’evento e pubblicizzarlo nel migliore dei modi. In questi casi, potete scegliere tra diversi tipi di pubblicità, classica oppure più interattiva. Se si parla di pubblicità classica, naturalmente si avrà a che fare con volantini, locandine, cartelloni, ecc. Nel caso si scelga invece una pubblicità più interattiva, senza ombra di dubbio si può fare affidamento ai social network: ormai oggi quasi tutte le persone gli utilizzano e creare un evento pubblicitario su un social permette sicuramente di raggiungere un grande numero di persone con uno sforzo – in termini di costi – veramente minimo. Ora che sapete come organizzare una degustazione gourmet, non resta che mettersi all’opera!

 

 

Potrebbero interessarti anche...